"La Gazzetta dello Sport" intervista Paolo Campinoti

WE ARE THE ENERGY GENERATION

Pramac Logo
  • Facebook icon
  • Linkedin Icon
  • Youtube Icon
  • Contact Us
  • Instagram icon
  • "La Gazzetta dello Sport" intervista Paolo Campinoti

  • Gazzetta dello sport
  • "Era il 2002 e fu quasi per gioco, salvando il team di Jeff Hardwick e schierando Tetsuya Harada".

    Così Paolo Campinoti racconta a Paolo Ianieri de La Gazzetta dello Sport le origini dell'avventura di Pramac in MotoGP. Un percorso affascinante che nel suo 15° anniversario è stato raccontato dal principale quotidiano sportivo italiano alla vigilia del Gran Premio di Olanda ad Assen.

    “Se lo cerchi al telefono nove volte su dieci è all’estero: Abu Dhabi, Stati Uniti, Spagna, Cina, Brasile… Paolo Campinoti vive con la valigia in mano, in giro per il mondo, a trattare affari per la Pramac.

    Che per chi mastica moto e corse è la squadra che quest’anno schiera sulle Ducati GP15 in MotoGp Danilo Petrucci e Scott Redding, ma è soprattutto un’azienda leader nel campo dei gruppi elettrogeni, carrelli elevatori e movimentazione industriale, che dà lavoro a 750 persone tra 4 stabilimenti (sede Casole d’Elsa, provincia di Siena, Spagna, Cina e Brasile), 15 filiali nel mondo con un fatturato che nel 2015 ha toccato i 170 milioni.
    “Tutto cominciò con l’Europea, fondata nel 1966 da papà Mario: betoniere ed elevatori da cantiere. Poi negli anni c’è stata la trasformazione” racconta Campinoti. Da lì è nata la Pramac, acronimo dei tre fratelli,  e di papà:  Paolo, Riccardo, Alessandro Mario e Adriana, Campinoti.

    “L’Europea” fu anche sponsor sulla Benetton F1 di Fisichella e Wurz, ma è grazie al rapporto nato con la Honda per la fornitura di generatori che la Pramac è entrata nelle corse.

    “Era il 2002 e fu quasi per gioco, salvando il team di Jeff Hardwick e schierando Tetsuya Harada. Poi è piaciuto ed è servito come business aziendale: i GP notturni, Qatar, Adu Dhabi e Singapore, utilizzano i nostri gruppi elettrogeni” ricorda Campinoti che venerdì al Sachsering taglierà il traguardo dei 49 anni. Per celebrare, sabato gran cena nell’hospitality con altri due illustri festeggiati: il direttore generale di Ducati Gigi Dall’Igna, 50 anni due giorni fa, e il n°1 Dorna Carmelo Ezpeleta, che quel giorno compirà 70 anni.”

    Clicca qui per leggere l'articolo completo.